I nostri partner 

Batteria domestica tesla, fotovoltaico energie rinnovabili, Powerwall di tesla, energia immagazzinata per una casa sostenibile, eolico, bio gas

farmacia, ripsrmiare in bolletta, carica batteria, inverter, trasformatori, componenti elettronici, Google, Facebook, sesso gratis, free sex, bio gas, biomassa, inceneritori, petrolio, dimanti, oro, platino, argento colloidle, cocacola, biologico, naturale, nutriente, risparmio, azzerare, riciclare, rigenerare, riparare, sostituire, acqua, luce, sonnen batterie, batterie ai polimeri di litio, batterie nife, batterie nickel ferro, iron, ossigeno, 

l'energia in movimento passa naturalmente

dal rinnovabile ecocompatibile 

 

 

Tagliare la bolletta è davvero possibile ?

ristoranti, alberghi, spa, saune, massaggi eortici, appuntamenti e incontri, donne, formula uno, moto gp, valentino rossi, matteo renzi, berluscoini, milan, yuventus, torino, roma, londra, london, weekend, vino, olio, voli lo cost, lavoro, treni, traghetti, auto, trattori agricoli, trattori stradali Accumulatori di energia, sistemi di gestione carichi elettrici, sistemi fotovoltaici, sistemi di trasmissione dati satellitari, batterie speciali, elettronica generale.

Noi sappiamo che lo è e vi dimostriamo come !

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COSTI ELETTRICI-  Della bolletta dell’Enel in questo periodo si è discusso molto perché vi è associato, secondo le decisioni del Governo, anche il pagamento del canone Rai. Ma non molti hanno letto invece alcune novità che sono state introdotte dall’Autorità per l’energia con una sua delibera del 2 dicembre 2015. Che si traduce nella frase: meno consumi più paghi.

 

RIFORMA – Questo paradosso è l’effetto della riforma della tariffa elettrica che è entrata in vigore a partire dal primo gennaio. Con il 2016, infatti, 30milioni di utenti cominciano a ricevere una nuova tipologia di bolletta che dovrebbe rendere il costo dei servizi «più trasparente ed equo». Questa è l’intenzione dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas che il 2 dicembre ha approvato una delibera in risposta a una direttiva europea sull’efficienza energetica. A conti fatti però le bollette di chi consuma di più risulteranno più leggere e viceversa, a conferma che molte regole europee sono insensate.

 

PILASTRI – La riforma si basa su due pilastri. Innanzitutto l’abolizione della progressività, ossia il meccanismo introdotto 40 anni fa in seguito agli choc petroliferi degli anni ’70 che fa pagare di più il kWh a chi consuma di più e di meno a chi ha consumi bassi. Inoltre i costi di rete che costituiscono il 60% della bolletta (cioè i costi pagati per la trasmissione, distribuzione e misura dell’energia elettrica) verranno spostati sulla parte fissa, cioè verranno pagati per punto di prelievo e per potenza impegnata, anziché per kWh consumato.

Secondo l’Autorità «ogni utente pagherà in modo equo per i servizi che utilizza e la gradualità permetterà di evitare eccessivi effetti su chi oggi con bassi consumi paga un po’ meno: ora andrà a pagare l’esatto corrispettivo per il servizio che usa, non più agevolato ma congruente con i costi».

 

CONSUMI – Vediamo i rincari in base ai consumi. Un utente con consumi molto bassi, 900 kWh, a riforma completata (nel 2018) pagherà ben 117 euro in più rispetto ad adesso su di una bolletta attuale di 260 euro/anno. Nel 2016 la sua bolletta sarà più cara di 20 euro. Il residente con consumi medi, 2.700 KWh/anno, nel 2016 spenderà 9,8 euro in più mentre a fine riforma, nel 2018 la sua bolletta sarà di 19 euro in più. Un utente con consumi medi, ma con una potenza di allaccio oltre i 10Kw per via, ad esempio di attrezzature speciali, quali macchinari di lavorazione ecc, nel 2016 pagherà circa il 30% in più rispetto al 2015.

 

FAMIGLIE – Per le famiglie a basso reddito l’Autorità ha previsto un «ammortizzatore»: si tratta del bonus sociale di sconto che nel 2016 viene potenziato in modo che le famiglie a basso reddito non ci sia nessun aggravio di spesa. A regime lo sconto dovrebbe essere portato dal 20 fino al 35% della spesa e con un ampliamento della platea.

 

La riforma delle tariffe dovrebbe incentivare l’installazione di apparecchiature elettriche efficienti, oggi frenate dagli eccessivi costi di utilizzo a causa della progressività del sistema.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Inserisci qui i tuoi dati e compila la scheda per conoscere il tuo risparmio personale in bolletta, riceverai un preventivo senza impegno 

 

 

 

Il tuo modulo messaggio è stato inviato correttamente.

Hai inserito i seguenti dati:



Correggi i dati inseriti nei seguenti campi:
Errore invio modulo. Riprova più tardi.

Nota: i campi contrassegnati con *sono obbligatori.

 

 

 

 

 

 

 

 

Insegui la tua spedizione

http://www.ups.com/WebTracking/OnlineTool?trackNums= it_IT

 

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© ZZElectronics Via Ceresio n° 13 Cap 6977 Ruvigliana (Lugano)-CH Tel: +39 3332139705 Numero di registro CH-501.4.017.44 Email : info@zzelectronicsswiss.com